Gli ingredienti che non devono mancare in un integratore bruciagrassi

Gli ingredienti che non devono mancare in un integratore bruciagrassi

Potrebbe essere il desiderio per antonomasia: riuscire a mangiare di tutto e non accumulare grassi, al contrario bruciarli mangiando. È una illusione oppure esistono davvero alimenti che possono innescare questo meccanismo virtuoso?

Grassi e carboidrati sono le principali sostanze da cui il nostro organismo ottiene l’energia necessaria alla vita. Ma, mentre i carboidrati procurano 4 calorie per ogni grammo, i grassi ne forniscono 9 e possono essere accumulati come riserve. Questo è il motivo che ha reso i grassi i nemici numero uno di ogni persona che voglia avere cura della propria forma fisica; quindi riuscire a bruciarli e impedirne l’accumulo diventa l’obiettivo primario.

Il nostro organismo ha bisogno di calorie anche soltanto per dormire, si consumano 0,42 Kcal in un’ora di sonno, e naturalmente si consumano calorie anche per portare a termine il processo digestivo; il dispendio energentico (termogenesi) che il nostro corpo impiega per assimilare quanto abbiamo ingerito non è sempre uguale, ma per alcuni alimenti è maggiore, col il risultato che in questi casi consuma più energia per digerire e quindi brucia dei grassi.

Cosa rende questi alimenti capaci di aumentare la termogenesi?

Questi alimenti sono ricchi di proteine, di acqua, hanno un alto potere saziante, basso contenuto in grassi, contengono fibre sia solubili che insolubili. Ognuna di queste caratteristiche contribuisce a renderli capaci di bruciare grassi, ma non esiste un alimento che abbia tutte queste prerogative. Il nostro corpo è un sistema basato su un equilibrio eccezionale; per cui non è semplice, nè auspicabile consigliare il consumo di alcuni cibi a scapito di altri, perché non è semplicemente il contenuto calorico che rende una sostanza deprecabile rispetto ad un’altra.

Ad esempio a parità di peso i carboidrati hanno meno calorie dei grassi, ma la chimica del nostro organismo fa si che queste sostanze causino una particolare reazione, innalzano la glicemia e richiamano l’insulina che è un ormone che fa ingrassare. Invece alcuni alimenti molto grassi, come la frutta secca, non producono tale reazione e possono quindi essere inclusi, con moderazione, nella dieta. Quindi occorre considerare la composizione chimica di un alimento, e tutte le reazioni che avvengono nel nostro corpo quando questo deve essere metabolizzato.

Possiamo dividere gli alimenti brucia grassi in due tipologie.

Alimenti che bloccano la fame

Il potere saziante di un alimento dipende da quanto cibo dobbiamo ingerire affinché lo stimolo della fame venga bloccato. Risultano utili, perciò quelle sostanze che bloccano la sensazione di fame più velocemente e con un quantitativo minore. Detengono il primato in questa attività le proteine, perché hanno la capacità di saziare di più e più a lungo, inoltre richiedono molta energia per essere digerite, infatti il 30% delle calorie derivanti dalle proteine viene consumato per digerirle.

Da non trascurare la frutta e la verdura, per diversi motivi: il loro volume aiuta a soddisfare il senso di sazietà, hanno un l’alto contenuto di fibre e perché richiedono una lunga masticazione.

Una masticazione lenta aiuta la digestione e consente al cervello di percepire il segnale di sazietà che arriva circa dopo 20 minuti dall’inizio del pasto. Svolgono la stessa funzione anche alcuni carboidrati come cereali integrali e i legumi. Altra fondamentale abitudine per bruciare grassi e dimagrire è bere almeno 2 litri di acqua al giorno, siamo fatti di acqua, ed è fondamentale in molti processi che consentono al nostro organismo di svolgere tutte le attività che ci tengono in vita, inoltre l’acqua fa sentire più sazi ed a buon diritto possiamo includerla tra gli alimenti brucia grassi. È invece da evitare l’alcool che aggiunge calorie vuote, nel senso che non servono al funzionamento del nostro corpo e come i carboidrati ed i grassi stimola il rilascio di insulina, generando l’accumulo di massa adiposa.

Alimenti che accelerano il metabolismo

Tra questi alimenti oltre alle proteine, rientrano altre sostanze che possono accelerare il metabolismo, come gli alimenti ricchi di iodio, che stimolano la funzione tiroidea. Ma la lista sarebbe lunga perché sono tantissimi; oltre ad alcuni frutti divenuti forse un po’ troppo famosi come brucia grassi: l’ananas e il pompelmo, possiamo trovare il peperoncino, il the e il caffè verde, particolarmente consigliato il the Matcha, il mate, pepe nero, curcuma, cioccolato fondente, garcinia Cambocia, ma anche la cannella o l’aceto di mele e tanti altri ancora, sono tutti ” ingredienti” che nell’essere digeriti producono calore, consumano energie quindi bruciano i grassi.

Questi alimenti sono gli ingredienti base di molti integratori “brucia grassi”, i quali sono in genere costituiti da queste sostanze, spesso in combinazione con la carnitina, un aminoacido che svolge un ruolo fondamentale nello sviluppare energia, specialmente perché fa aumentare la massa muscolare. Le ricerche fatte hanno confermato l’effetto brucia grassi di tutti questi ingredienti, ma hanno evidenziato che per avere reali risultati debbono essere assunti in grandi quantità, perciò non è mai consigliabile, nell’assunzione di integratori, il fai da te, è di fondamentale importanza consultarsi sempre con uno specialista, perché l’effetto che possono produrre varia in relazione alla sensibilità individuale.

Conclusioni

La cattiva notizia è che non esistono ingredienti che possiamo definire brucia grassi tout court, ma possiamo considerare di inserire nella nostra dieta, oltre al giusto ed equilibrato abbinamento degli elementi nutritivi, queste sostanze che possono aiutarci a tenere sotto controllo i grassi e stimolare il metabolismo. Occorre ricordare che siamo una macchina perfetta e in nulla si deve eccedere, come dicevano i latini ” in medio stat virtus” (la virtù sta nel mezzo). Non è solo l’alimentazione che determina questo equilibrio, non esiste una separazione tra la mente e il corpo, sono interconnessi.

Un corretto stile di vita prevede anche un’adeguata attività fisica, ed una buona attività mentale, l’equilibrio tra nutrizione, attività fisica e mentale è l’unica vera strada da seguire. Putroppo, almeno per il momento, quel desiderio di cui parlavamo all’inizio rimane in parte irrealizzato, ma la fiducia nella scienza è tanta e non si smette mai di sperare!

Sabrina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *